Il mitico Otello - Mario Del Monaco

Cerca nel sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Il mitico Otello

Otello del secolo

Mario Del Monaco è stato il più grande Otello della sua epoca, ma sono convinto (un giudizio condiviso da molti) che sia stato il più grande Otello della storia del teatro. Alcuni critici avevano osservato che se Verdi, sempre moderno nella sua concezione del teatro, avesse avuto a disposizione Del Monaco, l'avrebbe preferito a Tamagno.Del Monaco possedeva per Otello la vocalità adatta ma il suo merito artistico è stato quello di approfondire e studiare l'impegnativo personaggio nei minimi particolari portandolo ad una evoluzione che nell'arco di venti anni le sue interpretazioni rivelano compiutamente.


Nel corso della sua carriera Del Monaco fu Otello 427 volte.Un Otello vocalmente impressionante nelle prime interpretazioni che, collocandosi sulla linea della consolidata tradizione, inducevano a rappresentare un Otello selvaggio e temperamentale.Con il tempo il Moro di Mario Del Monaco assunse le sembianze, la psicologia e la voce del gentiluomo veneziano, diventando un Otello "bianco" (una certa tradizione lo identificava infatti con un arabo). Anche le ultime interpretazioni in cui Del Monaco come Otello discendeva "nella valle degli anni", se rivelano una minore esuberanza vocale, sono sempre logiche, credibili e vocalmente interessanti. Vale la pena di osservare che negli ultimi "esultate" Del Monaco riesce a cantare "nostra del cielo è gloria" fino a "uragano" con un fiato solo.(Edizione 1972 Bruxelles, in sottofondo)



Per fermare il testo scorrevole a destra, posizionare il puntatore del mouse sul testo


Nessun tenore ha mai superato il numero di recite in teatro del ruolo di Otello come Mario Del Monaco, infatti il celebre tenore è stato Otello per ben 427 volte nei teatri di tutto il mondo, un record che difficilmente potrà essere superato, anche perché praticamente tutti i tenori che si sono cimentati in questo ruolo che richiede non comuni qualità vocali ed artistiche, lo hanno fatto in tarda età e si sono limitati a poche recite, mentre Mario Del Monaco ha iniziato a cantare Otello a soli 35 anni di età e continuando fino all'età di 57 anni con l'ultima recita a Bruxelles, 22 anni in questo ruolo non trascurando altri ruoli drammatici, continuando fino a 60 anni di età quando una grave malattia renale lo ha allontanato definitivamente dai teatri e dal suo pubblico

 
Torna ai contenuti | Torna al menu